Portiamo a giusta “distanza”

Portiamo a giusta “distanza”

Questo periodo di “segregazione” doveva essere breve, o per lo meno era quello che noi ci aspettavamo. Nella nostra immaginazione sarebbero dovuti bastare 30 gg o al massimo 40 gg e poi saremmo tutti potuti tornare alla vita “quotidiana” o meglio conosciuta come NORMALITÀ.

Quella normalità che prima non apprezzavamo a dovere, quella normalità che era quotidiana, quella normalità che era SOLO normalità.

Il lavoro, la scuola, la casa, le passeggiate o le corse per le commissioni ora ci appaiono ricordi.

Nel primo mese di “reclusione” ha prevalso la curiosità per il nostro nuovo status. Noi che avremmo desiderato stare sempre coricati sul divano, a guardare serie tv o film invece che correre al lavoro; noi che non avevamo mai tempo per i nostri hobby; noi che le giornate ci sembravano così corte, ora queste 4 mura ci vanno strette.

A tenerci compagnia in queste giornate di sole e di pioggia ci sono i social, i film, i video tutorial e i nostri bambini. Loro che hanno accettato la situazione molto meglio di noi, non gli sembrerà nemmeno vero che la loro mamma e/o il loro papà possono trascorrere così tanto tempo insieme, ma in ogni caso le faccende di casa, lo smartworking, un secondo (terzo, quarto) figlio richiedono le nostre attenzioni. Allora come poter conciliare il tutto senza dare di matto? In nostro aiuto accorre il babywearing con i suoi diversi supporti, tra cui in primis la fascia. 

La fascia può esserti molto di aiuto, soprattutto in questi giorni in cui si resta rinchiusi:

  • perché magari ne hai due e il più grande vuol giocare e il piccolo vuole stare in braccio?

  • magari sei sola perché il marito lavora ancora e devi oltre al bimbo gestirti casa – senza nonni?

  • magari sei in smart working ma il piccolo vuole contatto e se lo tieni in braccio non riesci a lavorare al computer?

  • magari il piccolo è irrequieto più del solito e tu, che sei stanca più del solito, fai fatica anche solo ad addormentarlo ?

Beh, quale che sia la tua situazione la fascia potrebbe aiutarti davvero tanto.

Tu pensi di più a te, alla casa, al primo figlio nella certezza di assicurare il bisogno di contatto che è fisiologico nei nostri cuccioli.

E forse mai come in questo periodo storico ce ne possiamo rendere conto!

Per questo e per tanti altri motivi ho deciso di attivare la consulenza on line. La consulenza on line non differisce di molto dall’incontro individuale, se non per il fatto che ci divide uno schermo.

La consulenza è utile anche se non hai ancora una fascia o sei in dolce attesa e ti serve capire cosa acquistare, le differenze tra i vari supporti, come scegliere quello giusto per voi e che rispetti i principi di ergonomicità.

Per maggiori info vai sul sito behappi.it